homepage

Ho deciso di candidarmi per la Regione Lazio, come indipendente, nelle liste di Liberi e Uguali.

Le motivazioni di questa mia scelta sono scritte nella mia storia. In quello in cui ho sempre creduto come spirito libero e privo di condizionamenti. Nella passione che mi da la forza di essere me stessa anche di fronte alle tante difficoltà. Nel costante desiderio di donare le mie energie e competenze per il bene collettivo.

Le mie motivazioni sono nell’indignazione di vedere un territorio ricco di eccellenze, tradizioni e qualità che non vengono sufficientemente valorizzate; i centri antiviolenza per le donne chiudere per mancanza di finanziamenti; una regione ricca per le diversità culturali che non sa includere; una sanità pubblica in ginocchio; un’amministrazione soffocata dall’opacità e dalla corruzione; un territorio abbandonato al degrado e continuamente violentato dagli interessi;  una politica che ci fa sentire sempre più soli.

Queste sono le mie emozioni ma ciò che desidero portare in Regione è soprattutto la mia concretezza e la mia determinazione. La stessa concretezza con cui ho condotto, dal 2013 al 2016, il mio ruolo di Assessore alle attività produttive e progettazione europea al Municipio II  istituendo, ad esempio, l’ Osservatorio “Scienza per la Società”, un punto di incontro e laboratorio progettuale delle istituzioni con centinaia tra Enti di ricerca, università, musei civici e biblioteche, scuole, associazioni, divulgatori, cittadini; incentivando la creazione di reti tra attività produttive e PMI e di progetti per favorire il loro rilancio economico; creando un marchio di qualità per le attività tradizionali  e le botteghe storiche del territorio per la loro valorizzazione; contrastando la corruzione e incentivando la legalità anche con semplici azioni come mettere online le occupazioni di suolo pubblico autorizzate.

In questi anni ho conosciuto e collaborato con tanti cittadini come me, impegnati, competenti e pronti a mettersi al servizio del bene comune e credo che in persone come noi è riposta parte della speranza di tornare a costruire una nuova e sana politica. Ne sono convinta, e la mia candidatura è anche per portare il nostro diverso punto di vista e le nostre azioni nelle istituzioni.

Nelle elezioni regionali l’elettore ha la possibilità, qualora lo volesse, di esprimere una doppia preferenza per candidati di generi diversi. Credendo nel lavoro di squadra ho scelto di condividere questa campagna elettorale con Guido Marinelli, come me membro dell’associazione ParteCivile, che apprezzo per la sua coerenza, i suoi valori e le sue capacità.

La sfida è difficile e non nascondo che mi spaventa.  Dal supporto dei cittadini e degli amici trovo il coraggio e la forza necessaria ma, non lo nego, ho anche bisogno di un aiuto concreto e materiale. Sostenetemi, condividete, postate e diffondente la mia candidatura, organizzate incontri. Insieme possiamo farcela.
Se volete aderire al comitato e offrire il vostro contributo organizzando iniziative con i candidati potete contattarmi al Tel.: 375 5152252 o via email: lanavemarinelli@gmail.com
Potete anche contribuire alle spese con una donazione all’IBAN IT97H0200805121000105104861 intestato ad “Anna Sergio mandataria elettorale di Emilia La Nave”  specificando la causale “contributo per la campagna elettorale di Emilia La Nave” .

Grazie a tutti!

Emilia La Nave

Chi sono

Sono nata a Roma nel 1968. Dopo la laurea in Fisica grazie ad una borsa di studio mi sono trasferita a Boston, negli Stati Uniti, dove ho ottenuto il dottorato e svolto attività di ricerca per molti anni. Attualmente sono ricercatrice all’Istituto di Sistemi Complessi del CNR.

Al lato del mio impegno lavorativo mi sono sempre occupata di diritti umani, integrazione e valorizzazione delle diversità culturali, e nel sociale e per la tutela dei più deboli, e passato molti anni nel mondo dello scoutismo. Sono presidente e socia fondatrice dell’associazione ParteCivile e di Ibuka Italia-memoria e giustizia che si occupa della memoria del genocidio ruandese.

Nel 2013 sono stata nominata Assessore alle attività produttive del Municipio II di Roma Capitale dove mi sono occupata principalmente di ristabilire la legalità e la trasparenza nell’amministrazione e di rilanciare le attività storiche e di qualità del territorio. Come referente per la divulgazione scientifica del municipio ho inoltre fondato l’osservatorio “scienza per la società ” per collegare tra loro in una rete cittadina operativa istituzioni, mondo della ricerca, scuole e cittadinanza.
Sono una sostenitrice convinta di uno stato che rispetti e tuteli le diversità e che riconosca l’importanza di valori come la difesa del bene comune, la mobilità sostenibile, l’istruzione e la sanità pubblica e la valorizzazione della ricerca e della cultura.

«ParteCivile-Marziani in movimento», l’associazione di cui sono presidente, e’ un’associazione fondata da cittadini indignati per l’atto autoritario che portò alla fine dell’Amministrazione Marino. Svolge attività di formazione ed informazione della cittadinanza, difende diritti, legalità, e ambiente. Tra le attività permanenti: una scuola di formazione civica, lo sportello di ascolto per le donne vittime di violenza.

 

Ho deciso di candidarmi per la Regione Lazio, come indipendente, nelle liste di Liberi e Uguali.

Le motivazioni di questa mia scelta sono scritte nella mia storia. In quello in cui ho sempre creduto come spirito libero e privo di condizionamenti. Nella passione che mi da la forza di essere me stessa anche di fronte alle tante difficoltà. Nel costante desiderio di donare le mie energie e competenze per il bene collettivo.

Le mie motivazioni sono nell’indignazione di vedere un territorio ricco di eccellenze, tradizioni e qualità che non vengono sufficientemente valorizzate; i centri antiviolenza per le donne chiudere per mancanza di finanziamenti; una regione ricca per le diversità culturali che non sa includere; una sanità pubblica in ginocchio; un’amministrazione soffocata dall’opacità e dalla corruzione; un territorio abbandonato al degrado e continuamente violentato dagli interessi;  una politica che ci fa sentire sempre più soli.

Queste sono le mie emozioni ma ciò che desidero portare in Regione è soprattutto la mia concretezza e la mia determinazione. La stessa concretezza con cui ho condotto, dal 2013 al 2016, il mio ruolo di Assessore alle attività produttive e progettazione europea al Municipio II  istituendo, ad esempio, l’ Osservatorio “Scienza per la Società”, un punto di incontro e laboratorio progettuale delle istituzioni con centinaia tra Enti di ricerca, università, musei civici e biblioteche, scuole, associazioni, divulgatori, cittadini; incentivando la creazione di reti tra attività produttive e PMI e di progetti per favorire il loro rilancio economico; creando un marchio di qualità per le attività tradizionali  e le botteghe storiche del territorio per la loro valorizzazione; contrastando la corruzione e incentivando la legalità anche con semplici azioni come mettere online le occupazioni di suolo pubblico autorizzate.

In questi anni ho conosciuto e collaborato con tanti cittadini come me, impegnati, competenti e pronti a mettersi al servizio del bene comune e credo che in persone come noi è riposta parte della speranza di tornare a costruire una nuova e sana politica. Ne sono convinta, e la mia candidatura è anche per portare il nostro diverso punto di vista e le nostre azioni nelle istituzioni.

Nelle elezioni regionali l’elettore ha la possibilità, qualora lo volesse, di esprimere una doppia preferenza per candidati di generi diversi. Credendo nel lavoro di squadra ho scelto di condividere questa campagna elettorale con Guido Marinelli, come me membro dell’associazione ParteCivile, che apprezzo per la sua coerenza, i suoi valori e le sue capacità.

La sfida è difficile e non nascondo che mi spaventa.  Dal supporto dei cittadini e degli amici trovo il coraggio e la forza necessaria ma, non lo nego, ho anche bisogno di un aiuto concreto e materiale. Sostenetemi, condividete, postate e diffondente la mia candidatura, organizzate incontri. Insieme possiamo farcela.
Se volete aderire al comitato e offrire il vostro contributo organizzando iniziative con i candidati potete contattarmi al Tel.: 375 5152252 o via email: lanavemarinelli@gmail.com
Potete anche contribuire alle spese con una donazione all’IBAN IT97H0200805121000105104861 intestato ad “Anna Sergio mandataria elettorale di Emilia La Nave”  specificando la causale “contributo per la campagna elettorale di Emilia La Nave” .

Grazie a tutti!

Emilia La Nave

Contatti

Associazione ParteCivile

Via Vacuna 27 – 00157 Roma

emilia@emilialanave.it

+39 329 9579242

@emiliaeguido